Top

La piramide dei bisogni, in versione social

Abraham Maslow e’ noto per aver ideato una gerarchia dei bisogni umani, la cosiddetta piramide di Maslow.

Nel 1954 infatti pubblicò “Motivazione e personalità”, dove espose la teoria di una gerarchia di motivazioni che muove dalle più basse (originate da bisogni primari – fisiologici) a quelle più alte (per la piena realizzazione del proprio potenziale umano).

E i socialnetwork? I media? Come intervengono in questa gerarchia e dove si posizionano?

Secondo questa nuova social piramide, partendo dal secondo gradino, nei bisogni di sicurezza interviene LinkedIn, che in quanto network professionale amplia le possibilita’ di ricerca di lavoro .

Nei bisogni di appartenenza, impossibile escludere reti come Facebook, o Google Plus, che contribuirebbero a soddisfare bisogni quali l’amicizia, l’intimita’ sessuale e le relazioni personali.

Nel bisogno di stima, self-confidence, ecco spuntare Twitter, decisamente piu’ interest-based in grado di soddisfare parte dei bisogni e motivazioni legate al rispetto per se’ stessi e per gli altri e al raggiungimento di obiettivi.

Nel gradino piu’ alto, ecco l’autorealizzazione. Ad aggiudicarsi il posto piu’ ambito ecco le piattaforme di blogging, come Tumblr, Eblogger e WordPress.

A.C

piramide-social-maslow